Come una catapulta!

Chi immaginerebbe che queste piccole ragnatele triangolari siano degli strumenti più ingegnosi di quelle ben più celebri, grandi e belle a spirale logaritmica? I ragni del genere Hyptiotes creano ragnatele triangolari e poi si appostano sul vertice portante della struttura (in alto a destra in foto). Tengono la ragnatela in tensione e non appena un insetto vi resta intrappolato la rilasciano lanciandosi rapidamente sulla preda. È una specie di catapulta fatta di seta, con cui il ragno a volte spara più colpi per assicurarsi che il povero insetto sia ben intrappolato. In un recente studio (Han et al. 2019) si […]

La piuma della ghiandaia

Una piuma copritrice di ghiandaia (Garrulus glandarius) mi è piovuta tra le mani mentre leggevo. L’aspetto delle piume di questo tipico uccello europeo appartenente alla famiglia dei Corvidae è un classico esempio di colore strutturale. La luce solare è bianca, ossia si propaga a tutte le frequenze. Quando si scontra con un corpo, parte di queste frequenze vengono assorbite dalle molecole che lo costituiscono, mentre le altre possono essere riflesse determinandone il colore. Ad esempio se vediamo un oggetto verde, significa che tutte le frequenze dello spettro visibile sono assorbite, meno quelle relative al verde che possono così arrivare ai […]

Le meridiane

Antichi egizi, greci e romani facevano ampio uso delle meridiane, ma si pensa che la gnomonica (la scienza che studia la traiettoria del Sole) risalga addirittura ad epoche preistoriche. Se capire come funziona un orologio atomico è un problema concettuale, e come funziona un orologio da polso è un problema meccanico, capire il funzionamento di una meridiana è un problema essenzialmente geometrico. L’asta della meridiana, lo gnomone, proietta la sua ombra su un quadrante, il piatto. Sul piatto si trovano i segni che permettono di capire l’ora. Le meridiane sono diverse ad ogni latitudine: lo gnomone deve infatti avere inclinazione rispetto […]

Mammatus romane

Alcune Mammatus (che si chiamano così per l’evidente richiamo alla forma delle mammelle) nei cieli romani. In generale le nubi si formano nella fase di risalita dell’aria umida: quando raggiunge una certa altitudine e le condizioni adatte di pressione e temperatura, questa condensa. Per questa ragione la base delle nubi risulta generalmente piatta, perché è proprio il livello in cui pressione e temperatura portano alla condensazione dell’acqua. Tuttavia in alcune condizioni, legate soprattutto a dei particolari fenomeni di turbolenza vicino alle tempeste, quest’altezza può non essere costante e si possono formare come delle tasche in cui la condensazione avviene prima, […]

Valparaíso

Le descrizioni si possono fare in tanti modi diversi, che dipendono dall’oggetto della descrizione ma anche dall’obiettivo della descrizione stessa. Se l’oggetto è un luogo e l’obiettivo è un’emozione, scegliere le parole giuste è veramente difficile, o almeno lo è per me. Mi sono scervellato a trovare un modo per descrivere Valparaíso, e ancora il capitolo del mio che la riguarda del mio Un Mese a Testa in Giù è uno di quelli che rimaneggio di più ad ogni rilettura. Ho trovato questa splendida ode di Neruda e ho capito che la poesia è l’unico mezzo possibile per descrivere un […]

Sierra de Guadarrama

Qualche scatto da un week end nella Sierra de Guadarrama, nei pressi di Madrid, Spagna. Cicogna bianca (Ciconia ciconia) che si staglia contro il cielo dal tetto della chiesa di Alpedrete, Castilla-La Mancha, Spagna. Stava lì ferma, impettita, fiera, regina sul suo trono fatto di rami e paglia, a dominare noi comuni popolani impegnati nelle nostre attività. TATATA. Ogni tanto richiamava la nostra attenzione sbattendo ripetutamente il becco nel silenzio, solo per schernirci e ricordarci che la regina era lei, la cicogna. TATATA.  Il lago artificiale di Navacerrada, Sierra de Guadarrama, Spagna, costruito nel 1969 sul Río Samburiel, uno dei […]

I gabbiani di Chañaral

[…] Da quella parte del promontorio le onde erano decisamente più violente rispetto a quelle dell’insenatura da cui eravamo appena usciti. Come incantati, ci sedemmo su uno scoglio umido per guardarle. Le vedevamo arrivare da lontano, dall’immensa distesa di acqua del Pacifico, gonfiandosi e gonfiandosi e arrivando spumeggianti alla carica come migliaia di cavalli al galoppo. Poi, all’improvviso, appena un attimo prima che l’acqua strabordasse dai nostri occhi per la commozione, i cavalieri tiravano le redini e i cavalli rallentavano la corsa, appiattendosi sul bagnasciuga e lisciandolo ciclicamente con dolcezza e decisione. Lì, un intero stormo di gabbiani andini (Croicochepalus […]

Roma innevata

26 febbraio 2018, Roma si tinge di bianco. Chi non è romano e chi vive in posti in cui la neve non è una rarità non può capire: Roma innevata è magia. Quando i fiocchi bianchi iniziano a cadere dal cielo c’è chi inizia a lamentarsi (è lo sport preferito di noi romani) perché quel giorno avrà difficoltà ad arrivare a lavoro. C’è chi inizia a sbraitare contro i mezzi pubblici che si bloccano, chi urla contro il sindaco perché non ha dotato la Capitale dei mezzi antineve adatti. Ma il bello è che in realtà a nessuno interessa niente […]

Gracchi corallini

I Gracchi corallini (Pyrrhocorax pyrrhocorax) sono animali che vivono in altitudine, almeno a 1500-2000 metri, e che si possono trovare spesso tra gli Appennini e le Alpi, dove facilmente si confondono con i simili gracchi alpini. La distinzione è difficile da lontano, ma avvicinandosi si possono notare alcuni dettagli differenti, come il fatto che il becco dei corallini è rosso e più lungo di quello giallo degli alpini. In una leggenda della Cornovaglia, dopo la morte di Re Artù, la sua anima migrò nel corpo di un gracchio corallino, con il rosso del becco e delle zampe a simboleggiare il […]